Le Benemerenze 2014

Le immagini e i testi ufficiali della cerimonia 2014 della consegna delle benemerenze ai cittadini borgotaresi, che si sono distinti in particolari situazioni e attività.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Discorso del Sindaco di Borgotaro, Diego Rossi

MADONNA DEL CARMINE 2014

Borgotaro, 19 luglio 2014

Un saluto alle autorità civili e militari presenti, ai rappresentati delle Associazioni, dell’Ausl, ai Consiglieri Regionali, ai Parlamentari , ai colleghi amministratori del nostro Comune e degli altri Comuni che ci hanno voluto onorare della loro presenza. Un saluto, in particolare, a tutti i cittadini che hanno voluto essere qui anche quest’anno, in Piazzetta la Quara, per celebrare con noi la ricorrenza della Madonna del Carmine

Come sempre, questo è un momento importante per la nostra Comunità, che si riunisce, si ritrova , si incontra. In queste giornate incontriamo amici, parenti, persone care che tornano e ritornano a Borgotaro per trascorrere in serenità queste giornate di festa patronale. Tornano gli amici delle nostre Comunità all’estero: Voglio salutare e ringraziare per la loro presenza i rappresentanti della Valtarese Foundation e dell’Associazione Parmigiani Valtaro di Londra, come sempre attenti alle nostre radici, alle origini, ai bisogni di tutti noi, che si parli di Sanità, di Ospedale, di volontariato, di scuola e di cultura. Voglio ringraziarli particolarmente perchè anche quest’anno la Valtarese Foundation ha deciso di premiare un ragazzo, uno studente delle nostre Scuole Superiori, con una borsa di studio per sostenere il percorso universitario. Una bella scelta, che guarda al futuro e che non può che onorarci.

Come tutti gli anni, il ritrovarsi qui in Piazza la Quara è anche un’occasione per prenderci il tempo, questa merce così rara e preziosa, per alcuni bilanci ed alcune riflessioni sull’annata trascorsa.

Il 2014 è , prima di tutto per noi borgotaresi, l’anno del 70° del Territorio Libero del Taro. Lo abbiamo ricordato insieme alle Associazioni partigiane nel piovoso fine settimana del 14 e 15 giugno. Esattamente settant’anni fa , le formazioni partigiane, in stretta collaborazione con la popolazione, liberavano Borgotaro e per circa un mese dimostrarono che ci poteva essere una riscossa democratica e popolare, una nuova identità libera. Oggi, grazie anche a quell’esperienza resistenziale, viviamo in una Repubblica ed il nostro Comune, orgogliosamente, può fregiarsi della medaglia d’oro al Valor Militare.

Parto da qui, perchè credo che sia da questa storia , da questo nostro essere figli e nipoti di donne e uomini che hanno saputo ribellarsi alle dittature ed alle occupazioni militari, che derivi il nostro orgoglio e la nostra capacità di affrontare difficoltà per superarle e ripartire. Con semplicità ed umiltà, e nello stesso tempo grande dedizione e spirito di sacrificio. Questa è la cifra della nostra comunità, è la storia dei nostri emigrati e di quelli che sono rimasti qui, tutti si sono rimboccati le maniche per migliorare, per raggiungere obiettivi, dai più piccoli ai più grandi.

Con la forza dell’impegno e della semplicità. Quest’anno abbiamo voluto seguire questo filo conduttore anche nell’individuazione dei riconoscimenti che andremo ad assegnare a cittadini e associazioni che riteniamo si siano particolarmente distinti, ma non solo, che in diverse maniere rappresentino quel senso di “fare le cose per bene”, senza clamore. Semplicità non significa superficialità , ma anzi andare alla profondità delle cose essenziali, alla cura del dettaglio, alla crescita della professionalità , a volte senza neanche volerlo essere. Cura ed attenzione che si traducono in amore per quello che si fa, per gli altri e verso gli altri.

Ne abbiamo avuto un esempio tangibile questa mattina, nell’andare ad inaugurare il nuovo Centro Arcobaleno dove, da alcune settimane , svolgono la loro attività i ragazzi e gli operatori del centro di Brunelli. Una piccola struttura, ma il valore, il valore vero delle cose, non si misura solo in dimensioni metriche od economiche. Il valore di una comunità si misura nella capacità di prendersi cura di chi ha più problemi. Il Centro Arcobaleno non è solo una struttura socio-sanitaria : è e sarà sempre di più un luogo della cultura della ricchezza nella diversità. Sempre più inserita nella vita del paese e di tutti i cittadini.

Così come sono inseriti nella quotidianità i tanti, tantissimi volontari che abbiamo la fortuna di avere, impegnati nelle decine e decine di Associazioni che animano e fanno vivere il paese. Tra questi ci sono dei punti di riferimento, che non necessariamente hanno “le stellette”, ma sono punti di riferimento per il loro modo di agire, per la loro disponibilità , per la loro semplicità nel fare anche le cose più difficili e faticose. Penso a Pietro Piscina e a Domenico Gavaini. Per trovare Pietro occorre andare in Pubblica, o su una frana in emergenza, o in un intervento di Protezione Civile. O più semplicemente , attendere il volontario Auser che accende e spegne l’ascensore, la mattina presto e la sera tardi. Non lo troveremo mai con le mani in mano, sarà sempre pronto a darla quella mano, agli altri, con lo spirito del volontario vero. E lo stesso è per Domenico. Vigile del Fuoco Volontario, tra i fondatori del distaccamento di Borgotaro, da più di quarant’anni nel Gruppo Alpini di Borgotaro, per anni ed anni capogruppo. Ma ancora oggi, instancabile organizzatore, è costantemente impegnato ovunque occorra, in tutti i compiti che servano a far funzionare un gruppo straordinario come è quello dei nostri Alpini.

Semplicità e dedizione che caratterizzano spesso anche gli uomini e le donne dello sport. Spesso sono proprio gli sport cosiddetti “minori” che abbondano tra i loro praticanti di queste qualità. Il Basket. Borgotaro è , storicamente, terra di appassionati cestisti e di tenaci lottatori sotto canestro. La Basket Club Valtarese 2000 under 14 ci ha fatto emozionare quest’anno nelle fasi finali del Campionato Regionale, svoltesi nel nostro palazzetto Raschi. Un doppio riconoscimento : vedersi affidare dalla Federazione il compito di organizzare le finali regionali e , da parte delle nostre giovani atlete, la capacità di essere “profete in patria”, portando a casa il titolo regionale, dimostrando, se ce ne fosse ancora bisogno, che non occorre chiamarsi Bologna e Rimini per essere grandi. Complimenti ragazze!

Quest’anno Borgotaro si può fregiare anche di alcuni titoli di campioni nazionali. Nella ginnastica acrobatica, grazie alla dedizione , ancora una volta, ed alla passione che si sono ritrovate nella scuola della Acrobatica Borgosport, con le giovani atlete, Laura Marchini, Francesca Rizzo, Lisa Mortali, Elena Mortali, Letizia Beati e Alice Capella, Carmen Bonaccio e Elisa Stoto, Fiorella Chiesa e Viola Luisetti, che, sotto la guida dell’allenatrice Cristina Guerra, si sono imposte in diverse specialità a squadre ed individuali nei campionati tenutisi a Cesenatico.

Campioni nazionali sono anche Giuliano Mariani e Fabrizio Rosati, nelle rispettive categorie di Tiro ad Avancarica. Una specialità sportiva che, ho scoperto, necessità di particolare concentrazione, preparazione e cura del dettaglio. Complimenti anche a Giuliano e Fabrizio che si sono laureati campioni d’Italia a Pisa lo scorso aprile.

La cura del dettaglio è uno degli aspetti che deve caratterizzare anche un bravo musicista. Ancor di più un bravo maestro e direttore di Banda. Un direttore d’orchestra deve avere anche una capacità ulteriore: quella di saper dare le spalle al pubblico. Il che vuol dire, saper dirigere, fare scelte, guidare il pubblico e non farsene guidare. Borgotaro ed il Corpo Bandistico Borgotarese hanno la fortuna di avere un Direttore molto bravo, esattamente da quindici anni: è il Maestro Francesco Zarba che con la sua costanza ed il suo impegno ha contribuito fortemente a far crescere il nostro sodalizio bandistico.

Francesco è stato ed è bravo, ma bisogna anche riconoscere che opera in un terreno favorevole. Borgotaro, da sempre, è terra di musica e di musicisti. La Banda ha più di centocinquanta anni di storia; Brugnoli, il flauto di Toscanini, è partito da qui; qui, forse per questo “fluido magico”, è arrivato ormai da decenni il grande Maestro Gaslini. Qui sono nati ottimi musicisti, si sono formati gruppi e solisti. Proprio quest’anno, purtroppo, se ne è andato il grande Maestro Bruno Aragosti. Forte personalità, grande musicista, solista, compositore, arrangiatore, jazzista. Ma anche maestro, in tutti i sensi, di tanti giovani musicisti borgotaresi. Una di questi è Letizia Brugnoli, allieva di Aragosti, oggi riconosciuta cantante jazz, arrivata alla pubblicazione del suo primo album da solista, pubblicato da un’importante etichetta discografica.

Come vedete, tante storie, semplici e belle che rischierebbero di perdersi in un mondo dalla comunicazione veloce, social, twettata, se non ci fosse invece chi , dopo sessant’anni dall’avvio delle pubblicazioni, continua a credere in una informazione che vuol essere ancora anche riflessione e memoria. Questo è il lavoro prezioso che svolge “Voce del Taro”, dal 1954 ad oggi, bollettino che tutti noi sfogliamo e leggiamo con interesse , che ha saputo mescolare diverse generazioni nella sua redazione e continua a guardare con occhio attento agli avvenimenti del nostro paese.

Tra le storie che meritano di essere raccontate ci sono anche quelle di chi, credendo nella forza e nella dignità del proprio lavoro, ha per decenni investito nella propria attività , lottando e perseverando.

Quest’anno recuperiamo un premio del 2013, che siamo ben felici di poter consegnare, qui in Piazzetta, alla famiglia Daffadà, a Carla e Mario, titolari dell’Hotel Ristorante Mistrello. Una vita nel lavoro della ristorazione, un impegno contro ogni avversità, che è da modello per chiunque voglia confrontarsi con questo settore.

Un analogo impegno ha caratterizzato anche l’attività di Luciano Biasotti, “negoziante di quartiere”, titolare dello storico negozio di alimentari nella zona di San Rocco e della “Stazione”. Il suo negozio è stato un punto di riferimento nel quartiere , un quartiere nel quale grazie all’aiuto di molti amici capitanati da Valerio Agitati , pochi mesi fa , abbiamo riaperto lo storico “Baracchino”: anche con questa opportunità abbiamo riscoperto quali legami e quale senso di appartenenza caratterizza San Rocco. Il negozio di Luciano era uno dei “pezzi” che aiutava a tenere vive queste caratteristiche. Lo vogliamo quindi ringraziare per il suo impegno, la sua costanza e l’aver proseguito a svolgere quel ruolo di punto di riferimento che solo i piccoli negozi di vicinato sanno essere.

Come vedete , abbiamo parlato del Borgo e di noi, dei borgotaresi. Delle nostre storie di impegno, di volontariato , di capacità inventiva e commerciale, di tenacia, di cultura e di emigrazione. Giorgio Gigliotti raccoglie in se molte di queste note, in una armonia complessa, come sono complessi gli strumenti ad arco che ama costruire nel suo laboratorio di Belforte.

La storia di Giorgio è affine a quella di tanti Borgotaresi. Nato nel ’43, durante gli anni della guerra, frequenta le scuole elementari a Belforte, aiutando nel contempo la famiglia nel lavoro nei campi. All’inizio degli anni ’60 si trasferisce prima a Genova poi a Parma in cerca di lavoro. Nel 1968 entra in Bormioli Rocco, operaio in vetreria e continuerà la sua vita lavorativa divenendo Tecnico Specializzato. Attivo nell’impegno sindacale, sia in fabbrica che nei comitati pendolari della linea Pontremolese. Raggiunge la pensione nel 2002, ma già dal 1997 inizia a coltivare la passione per la liuteria, passione che oggi possiamo dire essersi trasformata in vera dedizione e competenza. Dietro ai violini, alle viole , ai contrabbassi di Giorgio c’è un profondo studio del progetto, degli equilibri geometrici, delle casse armoniche, dei legni da utilizzare. C’è la stessa attenzione che metteva l’operaio specializzato nel produrre vetri di qualità, la stessa passione che metteva il sindacalista pendolare per ottenere condizioni di lavoro e di vita migliori, la stessa voglia di migliorarsi che ha messo ogni borgotarese della sua generazione per dare un futuro migliore ai figli.

In tutto questo c’è quella semplicità silenziosa di cui parlavo all’inizio, quella profondità e consapevolezza d’azione che dobbiamo recuperare. E Luciano, Carla, Mario, Pietro, Domenico, Letizia, Giuliano, Fabrizio, Giorgio, i premiati di questa Madonna del Carmine, con le loro storie ed il loro esempio ci aiutano a farlo.

Auguro a tutti voi di poter trascorre in famiglia, con gli amici, con il nostro Borgo, una buona e serena Madonna del Carmine.

I PREMI E LE BENEMERENZE

Conferimento di Borsa di studio da parte de “The Valtarese Foundation Inc.” ad uno studente benemerito

NICOLO’ VOLTA
Allievo di singolari capacità, ha concluso il suo percorso scolastico con risultati eccellenti, sostenuti da una applicazione metodica e costante e da una non comune determinazione. A conferma di ciò gli esiti dei primi esami sostenuti in ambito universitario. Se la scelta della facoltà è orientata in ambito economico, i suoi interessi sono molteplici, a dimostrazione di una personalità eclettica e versatile , di una ottima motivazione allo studio e di grande spirito di iniziativa.
Ritira il premio
VOLTA NICOLO’
Premia per la Valtarese Foundation Inc.
Gian Franco Capitelli

Consegna attestati e medaglie

Consegna benemerenza
FAMIGLIA DAFFADA’
Hotel “ Mistrello”

“Per l’impegno profuso in oltre 40 anni di ristorazione a conduzione famigliare, da 31 anni a Borgotaro. Ha saputo investire con coraggio nell’attività ricettiva credendo nelle potenzialità della nostra Valle; ha gestito e diffuso al meglio la cultura gastronomica valtarese”
Ritira il premio
Mario Daffadà
Premia
Il Sindaco
Diego Rossi

BC Valtarese 2000 Under 14
Per il brillante risultato ottenuto con la vittoria del Campionato Regionale, dimostrando capacità di gioco e spirito di squadra, che hanno consentito di superare blasonate compagini provenienti dai più importanti centri della Regione.

Ritira il premio
L’allenatore
Emanuele Allodi (in assenza Nicola Delnevo)
Premia
L’Assessore allo Sport
Matteo Daffadà

Acrobatica Borgosport Borgotaro
“Per i brillanti risultati conseguiti a livello nazionale, ai Campionati italiani di Sport acrobatici, svoltisi a Cesenatico, sotto la guida appassionata ed attenta della insegnante Cristina Guerra”

Ritira il premio
Cristina Guerra e
le Atlete della squadra Senior Teamgym : Laura Marchini,Francesca Rizzo, Lisa Mortali, Elena Mortali, Letizia Beati e Alice Capella Le atlete della squadra Easygym , classe 2006 Carmen Bonaccio e Elisa Stoto
Le atlete della squadra Easygym, classi 2003-2004 Fiorella Chiesa e Viola Luisetti.
Premia
L’Assessore alla Cultura
Omar Olivieri

Giuliano Mariani
Per i brillanti risultati raggiunti nella disciplina sportiva del Tiro ad avancarica ottenendo il titolo di Campione nazionale nella categoria “Kuchenreuter O”
Ritira il premio
Giuliano Mariani
Premia
L’Assessore
Giuseppe Delnevo

Fabrizio Rosati
Per i brillanti risultati raggiunti nella disciplina sportiva del Tiro ad avancarica ottenendo il titolo di Campione nazionale nella categoria “LAMARMORA R”
Ritira il premio
Fabrizio Rosati
Premia l’Assessore
Giuseppe Delnevo

Luciano Biasotti : “Titolare dello storico negozio di alimentari posto nel quartiere San Rocco-Stazione. Dopo aver rilevato l’attività , ha proseguito, per oltre 30 anni, con costanza ed impegno, nel suo ruolo di “negoziante di prossimità”, rappresentando un punto di riferimento per il quartiere”.
Ritira il premio
Luciano Biasotti
Premia
L’Assessore
Giuseppe Delnevo

Pietro Piscina
“Per l’impegno, abnegazione ed altruismo profusi al servizio del benessere e la sicurezza della nostra Comunità, prestando la propria opera di volontariato in Assistenza Pubblica, Protezione Civile ed Auser”
Ritira il premio
Pietro Piscina
Premia
L’Assessore alla protezione civile
Matteo Daffadà

Domenico Gavaini :
“ Per l’impegno profuso a favore della Comunità Valtarese , prestando la propria opera di volontariato, per oltre 30 anni, nel Distaccamento VVFV di Borgotaro. Per oltre 40 anni nel Gruppo ANA di Borgotaro, ove ha ricoperto la carica di capogruppo. Tuttora impegnato per una sempre migliore attività della Sezione, sia nell’azione quotidiana che negli interventi in emergenz
Ritira il premio
Domenico Gavaini
Premia
Il Sindaco
Diego Rossi

Voce del Taro : “Per la preziosa attività legata all’informazione, alla riflessione, alla riscoperta e consegna alle nuove generazioni delle tradizioni della Comunità borgotarese, in 60 anni ininterrotti di attività. Veicolo di vasta cultura anche per le nostre Comunità all’estero”.
Ritira il premio
Don Angelo e Redazione Voce del Taro)
Premia
Il vice Sindaco
Sandra Montelli

Letizia Brugnoli :
“Per il suo impegno in campo musicale e del Jazz in particolare, quale cantante sensibile e raffinata. Già allieva del M° Bruno Aragosti è oggi una apprezzata solista, che ha realizzato il suo primo “cd”, dal titolo “ Through our life”, pubblicato da “TRJ/Simpaty Records”.
Ritira il premio
Letizia Brugnoli
Premia
L’Assessore alla cultura
Omar Olivieri

M° Francesco Zarba.
“Musicista, concertista ed arrangiatore di fama, è da 15 anni il Direttore del Corpo Bandistico Borgotarese. Con il suo impegno e la sua professionalità, ha contribuito alla crescita del Corpo Bandistico , favorendone, in modo determinante l’attività, aprendola a territori più ampi ed a concorsi nazionali ed internazionali”.
Ritira il premio
Francesco Zarba
Premia
Il Vice Sindaco
Sandra Montelli

MEDAGLIA d’ ORO : Giorgio Giliotti
GIORGIO GILIOTTI

Per il suo essere Borgotarese impegnato nel mondo del lavoro operaio come dipendente delle Vetrerie Bormioli, attivo nel movimento sindacale e tra i primi promotori dei comitati dei viaggiatori pendolari. Medaglia d’oro “Bormioli”, figura di spicco nella vita associativa nel quartiere San Leonardo di Parma, da sempre mantiene uno stretto legame con la sua terra di origine;
Per la sua spiccata genialità, intelligenza e manualità nell’arte della liuteria, che ha saputo apprendere con passione ed umiltà e che sta trasmettendo a tante persone, soprattutto giovani, che frequentano quotidianamente il suo laboratorio nella frazione di Belforte.
Ritira il premio
Giorgio Giliotti Premia
Il Sindaco Diego Rossi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...